La Coffea arabica o pianta del Caffe’ è un arbusto della famiglia delle Rubiaceae, coltivato, analogamente ad altre specie congeneri, per la produzione della nota bevanda.

La pianta è un piccolo albero, alto fino a una decina di metri circa.Le foglie sono grandi (lunghe 6-12 cm), opposte, ovali o oblunghe, di color verde scuro.I fiori sono bianchi, riuniti in mazzetti all’ascella delle foglie, con diametro di 10-15 mm.I frutti sono drupe (“ciliegie”), tondeggianti o più comunemente oblunghe, che a maturità hanno colore rosso o violaceo e contengono tipicamente due semi.

Coffea arabica è originaria dell’Etiopia (incerta la presenza spontanea anche in Yemen). In queste regioni ne è iniziata la coltivazione, che si è poi diffusa nelle regioni tropicali di tutto il mondo.

Riporto qui alcune tra le note aromatiche dei vari tipi di Arabica:

Etiopia: Proviene dalle regioni di Sidamo e Yirgacheffe, luogo di origine della pianta del caffè, lì ancora oggi cresce spontaneamente un caffè Arabica dall’aroma dolce e delicato con particolarissime note floreali di gelsomino e sentori di agrumi.

Brasile: Primo paese produttore di Arabica del mondo, sugli altopiani del Brasile sudorientale dalle regioni di Cerrado Mineiro e Sul de Minas si coltiva un caffè Arabica dall’aroma intenso e avvolgente, corpo pieno e vellutato. Lo caratterizzano una particolare dolcezza e una decisa e spiccata nota di cioccolato, con sentori di caramello e pan tostato.

Guatemala: nelle zone montagnose incontaminate  dalle regioni di Huehuetenango e Fraijanes, cresce un caffè Arabica dall’aroma complesso e intenso, una spiccata dolcezza e un ventaglio ampio di aromi, tra cui si distinguono cioccolato, caramello, agrumi e miele.

Colombia: sulla Cordigliera delle Ande nelle regioni della Cauca e da Tàmara, si trovano le condizioni ideali per la coltivazione di caffè Arabica di qualità, questo caffè ha corpo medio-alto, che esalta il perfetto bilanciamento tra acido, amaro e dolce, aroma ricco, presenta note di caramello e frutta secca e sentori di cioccolata e pan tostato.

Costa Rica: proviene dalle regioni di Brunca e Valle Occidental, e’ unica per le note decise di cioccolato e caramello, a cui si accompagnano presenze di pan tostato, arancia, miele e vaniglia, sintesi perfetta tra acidità e dolcezza, corposità e amarezza.

India: in India cresce all’ombra di una fitta vegetazione, insieme al pepe, alla vaniglia, al cardamomo e agli agrumi un caffè Arabica dall’aroma deciso e dalla spiccata amarezza.

Coffea Arabica è utilizzata come stimolante per la presenza della caffeina, un alcaloide. Il contenuto di caffeina dei semi di Coffea Arabica è più basso di quello di altre specie del genere Coffea comunemente coltivate (in particolare Coffea Canephora) ed è normalmente del 12 per mille sulla parte secca, con oscillazioni in più o in meno a seconda delle varietà.

Categories: Caffe'Recensioni

Giuseppe Is Panico

Giuseppe, titolare de Il Caffè Italiano Ginosa. Appassionato di vini e Sommelier. Intenditore di distillati di qualità.

0 thoughts on “Caffe’ prendi quello giusto??”

Rispondi

Related Posts

Recensioni

Rum Caroni

Luca Gargano di Velier, appassionato ricercatore di distillati dimenticati, nell’ottobre del 2004 si reca nei Caraibi per visitare la sede della Caroni, storica distilleria di Trinidad. Lo spettacolo che gli si presenta è terribile: l’azienda Read more...

Pasticceria

Sise, Tette o Minne…???

Oggi parliamo di dolcezze, ma anche di tradizione e naturalmente di storie che spesso si intrecciano con legende di cui la nostra terra e’ intisa… Naturalmente avrete capito dal titolo che parleremo di Sise o Read more...

Recensioni

Lagavulin Una passione lunga piu’ di 200 anni

Lagavulin La costa sud di Islay, vicino Port Ellen è la zona dove sorge la distilleria della Lagavulin, una cornice naturale dove il mare è il vero protagonista. Molti secoli fa furono numerose le navi a naufragare in Read more...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: