Ardbeg Distillery dal Gaelico Scozzese: Taigh-stail Àirde Beaga che significa piu’ o meno “piccola casa ad alta resistenza”…

Sulla costa meridionale dell’isola di Islay e’ posta la distillleria di Ardbeg, che produce whisky dal 1798 e inizia a commercializzarne nel 1815.

Nella maggior parte della produzione delle distillerie scozzesi venivano miscelate diverse varietà di malto, piuttosto che essere venduto come Single Malt. Nel 1886 la distilleria ha raggiunto una produzione di 300.000 galloni di whisky, impiegando 60 lavoratori. La produzione è stata interrotta nel 1981, ma ha ripreso in modo limitato nel 1989, continuando con un basso livello fino alla fine del 1996, durante il periodo in cui Ardbeg era di proprietà di Hiram Walker. Nel 1997 la distilleria fu acquistata e riaperta da Glenmorangie, (acquisita dalla società francese Moët Hennessy Louis Vuitton il 28 dicembre 2004). La distilleria fu riaperta da Ed Dodson nel 1997 e consegnata a Stuart Thomson che l’ha gestita dal 1997 al 2006. Michael “Mickey” Heads, un Islay nativo e ex manager di Jura, che aveva lavorato in Ardbeg anni prima, ha assunto il timone di comando il 12 marzo 2007.

In questa distilleria il Malto (materia prima per la produzione del Whisky) proviene dalla vicina Port Ellen, distilleria chiusa da anni che continua comunque a produrre malti per le altre distillerie tra cui Ardbeg.

Per sommi capi, questa è la storia della Distilleria di Àrd Beag, il cui nome deriva dal gaelico scozzese, che significa ” Small Headland” ossia “Piccola frontiera”. Ma forse quello che davvero ci interessa sono i Whisky che questa piccola distilleria riesce a produrre e proporre a palati fini. I segreti sono presto svelati da capacità e intuito dei mastri distillatori che ogni anno propongono limited edition.

I Whisky prodotti da questa distilleria sono dotati di un grande carattere. La torba la parte da padrone, e’ questo l’elemento che caratterizza i Whisky di Ardbeg.

Nelle sue edizioni riesce sempre ad imprimere diverse caratteristiche organolettiche, cambiando gli elementi e rendendo unici e nettamente diversi i vari Single Malt prodotti da questa “Piccola Frontiera”. Le varianti che rendono possibile queste differenze sono molteplici, oltre al famoso Malto Barley, il piu’ votato alla produzione di Whisky torbati, abbiamo altre varianti. Mi preme sottolinearne almeno fue: una e’ sicuramente il tempo, comune un po’ per tutti i distillati, l’altra invece é il “legno”, un’elemento che diversifica le distillerie fra loro e caratterizza molto il prodotto finale. Ardbeg si fa apprezzare per questo.

Uno dei più grandi lavori, che ho avuto la possibilita’ di degustare, il Kelphie, è un whisky e per certi tratti davvero unico, i suoi legni vengono dal mar Caspio e conferiscono al Whisky un carattere diverso dai legni dell’oceano Atlantico.

Naturalmente nell’Acquavite di Malto la bonta’ dell’acqua e’ un elemento di base molto importante, che da sola conferisce qualita’ indispensabili e uniche. Loch Uigeadail e’ il nome della sorgente da cui Ardbeg attinge questo elemento, si trova a 3 miglia dalla distilleria, in cima alla collina che sorge alle spalle della stessa distilleria, attraverso un canale l’acqua arriva direttamente nella distilleria dove da vita allo spirito di questi stupendi Whisky.

Categories: RecensioniWhisky

Giuseppe Is Panico

Giuseppe, titolare de Il Caffè Italiano Ginosa. Appassionato di vini e Sommelier. Intenditore di distillati di qualità.

0 thoughts on “Ardbeg…piccola frontiera”

Rispondi

Related Posts

Caffe'

Caffe’ prendi quello giusto??

La Coffea arabica o pianta del Caffe’ è un arbusto della famiglia delle Rubiaceae, coltivato, analogamente ad altre specie congeneri, per la produzione della nota bevanda. La pianta è un piccolo albero, alto fino a una decina di metri circa.Le foglie sono grandi Read more...

Recensioni

Velier Royal Navy

Questo è il nuovo blend in stile navy di Velier (marina britannica, naturalmente),Enmore 1990, Caroni 1996, Worthy Park 2005, e alcuni Hampden. Colore: oro pieno. Naso: è un tutto, olio di ricino e catrame di carbone, olive Read more...

Recensioni

Compagnie Des Indes

Le Compagnie des Indes rums sono elaborate con cura ed eleganza. L’idea è nata dalle compagnie portoghesi , inglesi, olandesi e francesi dell’India orientale del XVII e XVIII secolo, che hanno selezionato prodotti rari da terre lontane e li Read more...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: